SOS: missione di salvataggio mamme e cuccioli

Update 15 Luglio 2021

salvataggio cuccioliIn questi giorni abbiamo indagato sulla salute di Giuly, la mamma visibilmente malata che abbiamo portato in salvo insieme ai suoi due cuccioli. A differenza di Sarabi, Giuly si è subito affidata alle nostre cure, affrontando con serenità le diverse visite veterinarie. La sua collaborazione e la sua indole buona ci hanno consentito fin da subito di provvedere a tutti gli screening necessari.

I primi test sierologici hanno fortunatamente escluso malattie quali Leishmania, Rickettsia ed Ehrlichia, ma dalle analisi era risultata un’infiammazione, da indagare con un’ecografia. Quest’ultima ha escluso problemi epatici di cui avevamo timore, rivelando invece un’infiammazione del moncone dell’utero, che stiamo curando con una profilassi antibiotica.

Giuly fa lunghe passeggiate, gioca ed è sotto la nostra tutela, come le sue cucciole (Ginnie e Giordana nella foto), che sono completamente svezzate e mangiano come due lupacchiotte. Per loro in questi giorni abbiamo provveduto alla profilassi di protezione e prevenzione, somministrando il vermifugo, i primi due vaccini e dotandole di microchip. Per loro due sono arrivate delle richieste di adozione molto interessanti e stiamo procedendo con l’iter di pre-affido.

 

——————-

1 Luglio 2021

SOS Missione salvataggio per un branco di cani del Sud Italia!

Poco meno di due mesi fa vi abbiamo raccontato di come avevamo accolto la richiesta di aiuto arrivata da una volontaria indipendente che opera nel Sud Italia per salvare “più di 20 cani in condizioni pessime” e, in questo poco tempo, siamo riusciti nella straordinaria impresa di recuperare una situazione molto grave in un terreno con decine cani trascurati.

Nel primo sopralluogo di inizio maggio abbiamo trovato alcuni cani feriti, tante femmine – di cui nessuna sterilizzata – e la mamma Sarabi con suoi 7 cuccioli che abbiamo portato in salvo e per i quali abbiamo attivato una raccolta fondi per poter sostenere le cure e lo svezzamento dei piccoli (clicca qui per approfondire).
Nel secondo viaggio, poco dopo, abbiamo trovato altri cani e una seconda mamma, quasi morente che siamo riusciti a salvare con un intervento immediato, con due cuccioli feriti, ma in salute.

(nelle foto: in alto la neomamma e i suoi due cuccioli con la nostra volontaria Manuela, in basso i cuccioli di Sarabi)

La missione di salvataggio non si è limitata nel portare in salvo Sarabi e i suoi cuccioli, infatti abbiamo riunito diverse squadre di volontari ALFA per proteggere ogni singolo cane rimasto nel terreno di origine e, nel tempo record di meno di 60 giorni, siamo riusciti a intervenire su tantissime emergenze:

  • Intrapreso un percorso con il proprietario, che si è dimostrato sinceramente motivato a dare cura ai cani, per supportarlo con azioni concrete;
  • somministrato vermifughi e antiparassitari a tutti i cani, al fine di evitare potenziali malattie che in quel contesto avrebbero portato risultati epidemici, se non fatali;
  • sterilizzato, una ad una, tutte le femmine, facendoci carico sia dell’operazione, che del periodo di convalescenza, ospitandole in luoghi accoglienti dove hanno potuto ricevere tutte le cure di cui avevano bisogno prima di essere reintrodotte nel gruppo;
  • medicato tutte le ferite e messo sotto osservazione chi presentava disagi più evidenti;
  • fornito scorte di cibo per non farne mancare a chi presentava primi segni di denutrizione;
  • preso in cura una neomamma, in evidente stato di malattia, per avviare tutte le analisi necessarie a indagare la natura del suo malessere, con l’obiettivo di farla tornare al più presto in salute;
  • preso in carico i suoi due cuccioli per curare le loro ferite, per completare lo svezzamento in un luogo idoneo alla loro crescita, per poi procedere ai primi vaccini e, in seguito, alla loro adozione.
Tutte queste operazioni, per essere compiute in maniera seria ed efficace per il benessere di 30 cani in un tempo così ristretto, richiedono il lavoro coordinato di diverse squadre sul luogo, di veterinari e personale specializzato, nonché l’impiego di diversi tipi di farmaci, materiali medico-veterinari e tutto il necessario per il trasporto in ambulatorio, come auto attrezzate, trasportini, coperte, etc.
Per l’accudimento degli animali più fragili inoltre sono necessari cibo specifico, cure quotidiane e un luogo idoneo dove poterli accudire a dovere.Con sforzi e sacrifici abbiamo stanziato i fondi necessari per mettere in sicurezza i cani, ma restano vive tutte le spese per curare la neomamma malata, per sostenere Sarabi e tutti i cuccioli salvati, che da 7 ora sono passati a 9.Tutti loro hanno bisogno urgente di tanto aiuto, per essere mantenuti in una struttura adeguata, per ricevere le cure necessarie e gli interventi imminenti e per essere sempre sfamati a dovere così che possano rimettersi in forze, crescere nel migliore dei modi e trovare presto una famiglia adottiva.
Vi chiediamo di contribuire al sostegno di questa grande missione di salvataggio, aiutateci con una donazione a dare speranza a queste 11 vite innocenti per un futuro migliore!
Dona ora con carte di credito o con PayPal:

Aiuta i cuccioli e le mamme in un altro modo

Bonifico Bancario
ALFA Associazione Love For Animals ODV
IBAN: IT31 W030 6909 6061 0000 0064 708
BIC: BCITITMM
CAUSALE: SOS cucciolate (inviaci un’email dopo il bonifico per darci l’opportunità di inviarti aggiornamenti sul loro stato di salute)

IBAN Conto corrente postale:
ALFA Associazione Love For Animals ODV
IT19E 0760 1032 0000 1043486099
BIC: BPPIITRRXXX
CAUSALE: SOS cucciolate (inviaci un’email dopo il bonifico per darci l’opportunità di inviarti aggiornamenti sul loro stato di salute)

Bollettino postale
c/c 1043486099
CAUSALE: SOS cucciolate (inviaci un’email dopo il bonifico per darci l’opportunità di inviarti aggiornamenti sul loro stato di salute)

Grazie per ciò che potrai fare per tutti loro!

Comments

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.